talea vite

La talea è un sistema di riproduzione delle piante molto utilizzato, che consente di moltiplicare una pianta partendo da un ramo, una foglia, un frammento di radice o di fusto, a seconda della tipologia della pianta. Si distinguono quindi le talee erbacee, quelle legnose e quelle di radice. Le talee erbacee si praticano a fine inverno o in primavera; sono particolarmente indicate nel caso di piante erbacee, come i gerani o i garofani, piante perenni e piccoli arbusti. Quelle legnose si praticano in autunno o alla fine dell’inverno, prelevando porzioni di rami di circa 10-15 cm. Ogni talea deve possedere almeno un nodo e viene interrata per alcuni centimetri; è efficace per piante legnose o semilegnose come il fico, l’olivo o la vite. Le talee di radice sono indicate solo per alcune piante, la liquirizia, ad esempio. Si praticano a fine inverno o all’inizio della primavera e consistono nel tagliare porzioni di radice che possiedono un apice e interrarle a poca profondità.

Le piante più indicate per la riproduzione per talea sono le piante grasse: a seconda della tipologia sono facilmente moltiplicabili a partire da una foglia, una sezione del fusto, un rametto. Qualunque sia la tipologia di talea che sceglierete, ricordate di farvi aiutare da un ormone radicale, che faciliterà molto la ripresa della nuova pianta.