pigne colorateInvece di ricorrere a piante protette, è possibile ottenere delle interessanti decorazioni dai materiali più impensabili che possiamo reperire in natura senza danneggiare la biodiversità. Potando il nostro rosaio, ad esempio, possiamo recuperare le bacche che si sono formate dopo la sfioritura. Possiamo utilizzare i rami dagli alberi che stiamo potando nel nostro frutteto o giardino per intrecciare delle ghirlande alle quali applicare pigne naturali o coloraterose bucce mandarino(http://pianetabambini.it/lavoretti-natale-pigne-idee/); recuperare le bucce degli agrumi, o lasciarne essiccare delle fettine (http://generazione850euro.it/riutilizzare-le-scorze-del-limone-pulizie/) per ottenere delle decorazioni particolari e dall’aspetto rustico.

Inoltre, invece di prendere del muschio dai boschi, per fare da base al nostro presepe, potremmo utilizzare della semplice pacciamatura che si utilizza in giardino, o della corteccia per orchidee oppure sbriciolare del sughero.

Sono innumerevoli le soluzioni che è possibile realizzare con materiali semplici e un po’ di fantasia, senza danneggiare la flora selvatica!