drone

Negli ultimi anni la tecnologia ha compiuto importanti passi avanti soprattutto nel campo dei mini-veicoli comandati a distanza, che trovano importanti applicazioni soprattutto in ambito militare.
Sviluppati anche per utilizzi di svago, i droni stanno prendendo piede anche nell’agricoltura di precisione. Infatti, sono stati sviluppati diverse tipologie d’uso: dall’irrorazione alla lotta biologica, al monitoraggio delle colture, all’analisi e alla programmazione degli interventi da effettuare in campo.
Gli aeromobili a pilotaggio remoto (APR) possono essere equipaggiati con dei sofisticatissimi software in grado di rilevare il grado di umidità del terreno, mappare la coltura secondo il vigore vegetativo delle piante, rilevare anomalie dovute a patologie o insetti e molto altro.
La coltura di precisione con i droni finora sta trovando riscontro soprattutto per quanto riguarda la coltivazione di mais e pomodori e sta prendendo piede anche nella viticoltura, dove è destinata a diventare un importante alleato.