vigna

Subito dopo la potatura della vite, la tesa e la legatura dei tralci, quando la pianta è ancora in fase di riposo vegetativo bisogna prevedere un primo trattamento con poltiglia bordolese.
L'azione di questo preparato a base di rame è soprattutto preventivo per le malattie fungine, in primis la peronospora, che prolifera in presenza di umidità e grazie alle foglie cadute che si sono depositate sul terreno al di sotto della vigna.
Questa malattia fungina, infatti, si sviluppa prevalentemente in primavera, in corrispondenza con la fase più vulnerabile per la vite, ovvero quando:

  • la temperatura supera i 10° C;

  • cadono 10 mm di pioggia in 24-48 ore;

  • i tralci raggiungono i 10 cm di lunghezza.

Questo trattamento andrà ripetuto più volte seguendo le fasi vegetative della pianta, anche in abbinamento a trattamenti contro gli attacchi di insetti ed acari.