limone siracusano

Si ritiene che il limone fosse, in origine un ibrido tra il pomelo, un agrume antichissimo, e il cedro.
È un albero da frutto che può fiorire e fruttificare due volte all’anno. I suoi frutti vengono utilizzati per molteplici utilizzi soprattutto culinari, ma anche per l’igiene della casa, della persona e come rimedio naturale per alcuni problemi di salute.
Le principali proprietà organolettiche riguardano l’alta concentrazione di vitamina C, acido citrico, limonene e quantità modeste di altre vitamine e sali minerali. Si tratta di un’importante fonte di antiossidanti naturali, utili per contrastare i radicali liberi e, inoltre questo alimento ha l’importante proprietà di essere metabolizzato dall’organismo come alcalino, contribuendo a regolare il ph corporeo, diminuendo la probabilità di ammalarsi.
Le cultivar di limone coltivate maggiormente in Italia sono: Femminello Comune, Monachello, Interdonato, Femminello Zagara Bianca, Femminello Siracusano e Femminello Apireno Continella.
Quelle maggiormente coltivate all’estero: Eureka, Lisbon, Verna o Berna, Mesero, Gallego, Genoa, Karystini.

Vedi le proposte di evvvai.com sulle forbici per agrumi