aloe vera

L’aloe vera (aloe barbadensis) è una pianta succulenta tipica dei climi caldi e tropicali. Nell’antichità erano già note le sue proprietà di alleato della pelle e si hanno tracce del suo utilizzo in Mesopotamia, nell’antico Egitto dove veniva utilizzato, tra gli altri usi, anche per le imbalsamazioni; viene citata addirittura nella Bibbia per la preparazione di unguenti.

È facilmente coltivabile in vaso, poiché il nostro clima mite ne permette un rapido sviluppo.
È una pianta che cresce e si moltiplica in fretta: se ne coltivate una, nel giro di qualche anno ne avrete almeno 4-5. Il gel presente nelle sue foglie carnose trova applicazione praticamente per ogni problema della pelle: dalle piccole ustioni, agli eritemi, alle punture d’insetto, ai geloni, a irritazioni, escoriazioni, pelle arrossata, forfora, macchie della pelle, ecc.

L’aloe vera, però, si utilizza anche in succo come coadiuvante di problemi gastrici, intestinali o come rinforzo delle difese immunitarie. Combatte, inoltre i radicali liberi, è ricca di vitamine e sali minerali ed è uno dei più potenti antiossidanti che la natura ci offre.

Mentre per uso topico possiamo ricavare il gel da soli dalle piante che coltiviamo, per quanto riguarda il succo, la questione è diversa, poiché l’aloe contiene una sostanza, l’aloina, estremamente irritante per il nostro intestino, quindi è consigliabile acquistare il succo di aloe in bottiglia che non contenga questa sostanza.