prato

Tra le innumerevoli piantine che formano il prato tende a depositarsi uno strato di detriti, costituito da foglie, residui dello sfalcio e altri materiali, che vanno a costituire il cosiddetto feltro.
Il feltro diventa una vera e propria barriera, che difficilmente lascia passare acqua, sali minerali, concimi ed eventualmente semi.
Arieggiare può essere un’operazione molto utile per far sì che il prato rimanga in buona salute e per permettere a irrigazione, concimazione e semina di andare a buon fine. L’aeratore manuale assomiglia ad un rastrello, ma è provvisto di denti aguzzi che affondano nel prato ancorandosi saldamente allo strato di detriti e portandolo in superficie. Un’operazione ulteriore che è possibile effettuare sul prato per favorire l’assorbimento di concime, torba, sabbia o semi è la bucatura del prato che, con degli appositi sandali muniti di chiodi, forma dei piccoli fori nel terreno compatto al di sotto del prato che andranno riempiti con del materiale a scelta.

Vedi gli aeratori proposti da evvvai.com