vino rosso

La filtrazione è un procedimento al quale si può ricorrere in diversi momenti nella trasformazione del vino: si può filtrare il mosto per eliminare lieviti e sostanze azotate di nutrimento; si possono filtrare i vini per separarli dalle fecce; per eliminare il precipitato dopo la refrigerazione; in seguito a trattamenti di chiarificazione; per ottenere un effetto brillante e sterilizzante prima dell’imbottigliamento. La filtrazione rende limpido il prodotto mantenendo intatte tutte le caratteristiche organolettiche, al contempo eliminando sostanze quali: composti salini, batteri, lieviti, mucillagini, residui di chiarificazione, dispersioni colloidali flocculate, pectine, insolubilizzazioni organiche e non. A seconda del tipo di filtraggio e, quindi del momento in cui si effettua, è possibile utilizzare diverse tipologie di filtri con diverse porosità: a sacco, sottovuoto, ad alluvionaggio continuo, a cartoni, a membrana, tangenziali.
Oggi esistono in commercio sistemi filtranti anche di piccole dimensioni, che ben si adattano ad un uso domestico e ci permettono di ottenere un vino limpido anche in casa.

Vedi le proposte di evvvai.com per i sistemi filtranti